LE CAVE DEL COORDINAMENTO

Produzione aggregati naturali e frantumati. Conferimento terre e rocce da scavo

La Cava di Palosco è presente nella realtà estrattiva da ben 50 anni. È esattamente infatti il 1960 l’anno di costituzione societaria e inizio dell’attività dei fondatori Carrara Pietro, Tiraboschi Elmiro e Morosini Arturo. Ancora oggi la seconda generazione sta continuando l’opera intrapresa dai soci fondatori nel territorio del comune di Palosco nella media pianura bergamasca, immediatamente a nord della confluenza del torrente Cherio nel fiume Oglio.

TORNA ALLA MAPPA


Materia prima “in purezza”
Nell’ultimo Piano Cave approvato la cava risulta inserita nell’ ambito territoriale estrattivo ATEg17 ove è prevista una escavazione massima in falda a -40 metri dal piano campagna con una destinazione finale insediativa e naturalistica con formazione di zone a fruizione pubblica. Pertanto lo sfruttamento delle aree avviene sia in asciutto con l’ausilio di pale meccaniche gommate (fino a circa -20 mt. dal p.c.) sia in falda con l’ausilio di un escavatore a drag-line (fino a circa -40 dal p.c.). Gli aggregati prodotti sono circa una decina partendo dalla sabbia vagliata a quella frantumata e ai pietrischi, dalla sabbia mista alla ghiaia e al ghiaietto, dal ghiaione ai ciottoli. Dall’anno 2006 tutti gli aggregati hanno ottenuto la certificazione CE 2+. La Cava di Palosco ancora oggi rappresenta una delle poche realtà estrattive bergamasche che immettono sul mercato la totalità del materiale scavato e lavorato non avendo alcuna attività commerciale parallela (impianto di betonaggio, impresa di costruzione, etc.). Contemporaneamente alle varie fasi di coltivazione si sta provvedendo al recupero ambientale di alcune zone oggetto di passati interventi estrattivi, mediante l’apporto di materiali inerti provenienti da scavi con successiva stesura di terreno vegetale. Con l’attuale Amministrazione Comunale è in corso di discussione la stesura di un progetto di riqualificazione ambientale finale dell’area all’interno del progetto dell’ATE da sottoporre agli Organi competenti per il rilascio delle autorizzazioni all’attività estrattiva. Riteniamo davvero importante una stretta collaborazione sul territorio al fine di ottenere un’ottimale sistemazione e recupero di tutte le aree interessate dall’attività estrattiva finalizzati ad un preciso obiettivo di riqualificazione e riutilizzo.

Cava di Palosco

Strada Statale, 573 - 24050 Palosco BG
tel. 035-845817 - fax 035-4497584
cava@cavadipalosco.it - www.cavadipalosco.com

P. IVA 80008990345 - info@cavebergamasche.it